Pseudoconcerto Live

Non ricordo bene cosa seguisse a questo prefisso, la Treccani onlain gli attribuisce il significato di FALSO. Anche Ale ed io eravamo giunti alla medesima conclusione, credo entrambi senza aver mai ricercato il vero senso del termine. Ci eravamo arrivati semplicemente toccando l’aria ebete e plasticosa che si respirava su quella terrazza di Cava De’ Tirreni, in un’atmosfera surreale a tratti esilarante ed in molti momenti tragicomica. La mia mente ha voluto rimuovere il nome dell’artista che si era dato in pasto alla ciurma, ma certamente in quell’occasione, magari a sua insaputa, quel piccolo genio stava muovendo sentimenti e riflessioni non di poco conto. Ma sì, forse lui era semplicemente convinto di “suonare caccavelle” come ci aveva detto Ross conoscendo il nostro livello cultural-musicale, attribuendo effettivamente ad ogni suono posto in loop il giusto peso tonico di ogni singola frequenza.

Aria estiva, camicie a righe, petti senza peli, accurate manicure, tacchi e trucchi… molti trucchi (non solo in volto) i segni distintivi della platea accorsa ad assistere. Un silenzio attento, di quelli che si dedicano agli eventi importanti, dove ogni virgola ed ogni respiro può addurre valore a ciò che si comunica. Sul palco lui e sul suo sfondo una … Read More

Essenza di profumo

Vogliono proprio toglierci tutto, oramai è chiaro, limpido, cristallino. In realtà siamo noi stessi che vogliamo toglierci tutto, privarci del nostro essere, dei piaceri nella speranza di annullare così anche i dolori. Che abbiamo smesso di pensare era palese già da un bel po’, la curiosità poi, l’abbiamo sotterrata all’ombra del cedro nei giardini dove giacciono le nostre passioni di gioventù. Ma una cosa, l’ultima psicosi collettiva, è quanto di meno poetico ci si potesse attendere dall’intelletto umano, una sconfitta per le abitudini e per i gesti che hanno scritto la storia del sapiens. Buttare nel cesso, così, secoli di storia per elogiare essenze e dipendenze altamente nocive è il gesto che sancisce l’inizio della fine: La Sigaretta Elettronica.

Che nome orribile, troppo ricco di contraddizioni e totalmente privo di un significato grammaticale. Humphrey si starà rivoltando nella tomba a quest’ora, lui che del cilindro di carta ne ha fatto un icona sacra, un segno distintivo di classe e carattere, dissacrante e meditativa con una ricca dose di sex appeal in quei baci arroventati continui che lasciano cenere e profumo di tabacco bruciato come cielo del wiskey a cui si confidano le proprie debolezze.

Ma senza entrare troppo nella poesia, … Read More

Da Nanzel E Da Gretel

Si cresce sperando che il futuro ci sia amico, complice e fedele, astratto essere che ci donerà la serenità di cui ne è pieno lo scaffale dei libri della mia stanza. Lo si immagina come Babbo Natale, panciuto e rubicondo, generoso e dolce che aspetta solo di poterci regalare ciò che desideriamo.

Ognuno percorre vie e viuzze fidandosi del proprio senso del giusto e dell’opportuno… strano poi che nell’immensa diversità umana, alla fine tutti sbaglino strada! Non esiste esperienza o percorso che conduca alla felicità? Sembra impossibile ma il tempo sembra proprio essere un enorme imbuto in cui, per quanto ci si adoperi affinchè ciò non accada, convoglia tutti verso un’infelicità latente che trasformiamo in “Stimolo a  migliorare”. Tutte balle e nastri e coccarde per decorare il fallimento di tanti sacrifici. Ingegneri alle casse dei supermercati e medici all’aratro, ebeti al parlamento e stupratori sugli altari, analfabeti in cattedra e geni tra i banchi. L’opposto regna ovunque a sottolineare l’impotenza del raziocinio e del pensiero ponderato. Si compiono ogni giorno passi in avanti per tentare di raggiungere gli obiettivi della propria esistenza, sfocati e senza contorni precisi, e ci si ritrova poi a toccare con mano gli specchi che li … Read More