Vergine

E’ la prima lo so, non l’ho mai fatto qui, così, mentre accadono le cose. Me la sono persa molte volte questa occasione, forse l’ultima a Dallas, in quel locale della mela… o forse era una ciliegia o una fragola… non ricordo. Giocavano i Cowboys in TV ma me la sono persa… e la memoria non tiene. Solo la sensazione mi è ancora chiara almeno per ora!

E allora ci provo, è molto che non uso più nemmeno la penna, e lo faccio proprio ora che la luce è scarsa e non si vede una mazza! Mi fa luce un Barbera D’Alba vuoto con al collo una candela, una di quelle strette e lunghe, di quelle che durano tanto, forse all’infinito, e fanno Luce. Nulla di superfluo ed estetico e fa pure un cacchio di freddo a dirla tutta. D’altronde cosa ti aspetti dal sobborgo di Manhattan?

Mi sarebbe piaciuto sapere cosa ne savrebbe pensato Giuliano di questo posto. Sì, tra i tanti mi è venuto in mente Lui, una persona che ha viaggiato più di me, che ha letto più di me, che ha scattato più di me, scritto e dipinto più di me… una persona più di me! … Read More