Colori bruciati

Questione di frequenza, lunghezze d’onda, “lambda”, spettri e sfumature, pulsazioni e cuore, tanto cuore per poter ancora vedere i colori sotto il bianco bruciato della neve. Freddo, come i toni ed il clima che attanagliano i pensieri costringendoli alla via del calore, per sopravvivere, per poter respirare anche nelle notti insonni sotto la volta di un grigiume unico che inviterebbe alla tristezza assoluta.

Eppure ci sono colori forti, fiamme ed onde, alimentati da fiumi di alcool voluttuosi che goccia dopo goccia profumano corpi troppo lontani nello spazio ma uniti nel tempo. Tempi lunghi, lunghissimi, che catturano vibrazioni e le rinchiudono in istogrammi tutt’altro che piatti, abbondanti di arcobaleni e prati sognati nelle notti sussurrate alla luna, sui cuscini di foglie bagnate della rugiada del mattino.

I raggi dell’alba non penetrano nella stanza d’albergo dalle spesse mura e dall’austero arredo, nel caos delle cortecce più disparate collocate alla rinfusa in ogni dove come a voler spezzare quell’apparente ordine nel turbinio della vita che comunque scivola via. Dalla piccola finestra che da verso il villaggio le baite cadenti di legno marcio, timide, mostrano tasselli di puzzle dell’ultimo strato di venice ed i tetti di un bianco puro e candido ne ridicolizzano i … Read More

Tailleur nero

Purtroppo hai dovuto darmi ragione, quando tutto è finito, sempre troppo presto, sempre inaspettato, sempre ingiusta e carogna. Sarebbe stato bello avere torto e sentirti ripetere “ci siamo dette tutto” ed abbracciarti gli occhi pieni della serenità di un calvario finalmente terminato non solo per lei.

E si ritorna coi piedi saldi a terra, la stessa terra! E ti senti un po’ più pesante con quello zaino che inizia a riempirsi di tatuaggi messi lì alla rinfusa, uno per ogni occasione, unici e solamente tuoi. Uno per ogni occasione, anche per queste occasioni qui. Rovistaci dentro, guarda bene, con attenzione, fatti aiutare da quelle lettere e dalle parole che a fiumi ti riempiono la testa. C’è un doppio fondo: è lì che hai nascosto quello più prezioso, quello che può impreziosire il tuo tailleur nero. Indossalo sul cuore e mi ridarai ragione!