L’anno che verrà

Grandi sogni, grandi speranze, desideri rincorsi da anni, altri anni giunti all’improvviso come quello che sta per arrivare. Ma il tempo ha limato sensibilmente le aspettative degli anni che si sono susseguiti al punto che, al 2010 non chiedo pace, amore, ricchezza e propserità.

Al nuovo anno chiedo che esca l’ acqua dal rubinetto di casa mia ogni giorno! Svegliarsi alle 11:00 A.M. del 31/12/2009 e ritrovarsi senz’acqua non è il massimo per chiudere l’anno, lo stesso anno a cui avevo chiesto tante di quelle cose… e me ne sono state rese sì e no la quarta parte!

Al nuovo anno chiedo che, quando pioverà, non si allaghino le strade della provincia partenopea, e nascoste sotto i laghi piovani che ricoprono l’80% del manto “stradale” non ci siano voragini capaci di incghiottire intere automobili!

Al nuovo anno chiedo che le macchine che passeranno sotto casa non suonino il clacson inutilmente a tutte le ore del giorno e della notte!

Read More View More L’anno che verrà

Home… sweet home – Epilogo di una giornata NO

Come tutte le storie che si rispettano e come l’intera vita credo sia meglio partire dalla fine, nello specifico a quando un mucchio confuso e disordinato di ossa e carne franano sulla poltrona di casa dopo una giornata di lavoro. E’ quello il momento in cui si tira una riga orizzontale e si fa la somma agebrica dell’intera giornata. E quando, come quella di oggi, la somma scende di molto al di sotto dello zero si pensa agli ultimi minuti, quelli che avrebbero potuto far risalire la china al paniere giornaliero che, invece, chiude in un disastroso rendiconto negativo!

La notizia di lavorare il 23 Dicembre, giornata che avrei preferito dedicare alla Salerno Reggio Calabria in direzione SUD non è stata l’ultima botta: 65 chilometri d’inferno mi aspettavano, e non solo. Le auto che ho incontrato per strada sembravano più che impazzite! Generalmente cambiano direzione senza usare le frecce, cosa “normale”, stasera invece hanno deciso di mettere le quattro frecce ed imboccare reciprocamente direzioni sghembe: se l’auto che mi precede gira a sinistra quella nell’altro senso di marcia gira a destra! Forse sarà stato l’ennesimo giochino organizzato su internet… e manco stavolta ne sono stato avvisato!

Eh sì perchè, in Read More

View More Home… sweet home – Epilogo di una giornata NO

Ma cosa sarà mai successo 2009 anni fa…

Non ditemi che sono paranoico… vi prego! Sono appena rientrato dall’ultima, estenuante, micidiale, logorante “via crucis” dei regali di Natale! L’unica cosa che mi rincuora? Non ero il solo ad andare incontro al patibolo di Domenica pomeriggio, dopo una settimana di lavoro (tutta da dimenticare!).

Il punto è questo: COSA SARÀ MAI SUCCESSO LA NOTTE DEL 24 DICEMBRE DI 2009 ANNI FA? Dovrà essere stata una nottataccia, sarà successo il finimondo, nulla di bello presumo, almeno a vedere le faccie di chi, come me, riusciva a stento a distinguere le sfumature cromatiche di milioni di articoli riposti sugli scaffali del centro commerciale!

Ma andiamo per gradi!

Read More View More Ma cosa sarà mai successo 2009 anni fa…

Pay 4 Xmas – Buon Natale a… chi ce li ha!

Tra non molto arriverà Natale, quel bel ragazzo sui 30 anni, vestito in giacca e cravatta col Rolex d’oro sopra il polsino e scarpe di coccodrillo egizio tirate a lucido. Natale è cresciuto, credo abbia più o meno la mia stessa età! Quando ero più piccolo lo aspettavo con ansia, avrei giocato con lui durante la lunga pausa scolastica! Anche allora mi portava dei doni, piccole cose come dolcini, cioccolato ed un giocattolo sognato dall’anno prima che sarebbe durato per non più di tre settimane!

Natale era sorridente, agile e buono e ci bastava poco per stare bene insieme. Lui arrivava insieme ai miei cugini, agli zii ed a chi veniva a casa di mamma e papà a farci visita. Parlavamo per ore, ronzando nel giardino di casa tirandoci a vicenda un pallone o inventando giochi improbabili con gli arnesi vecchi ed arruginiti del mio papà. Quando lui non c’era guardavo la TV, dove mi incantavo davanti a film e cartoni di Natale aspettando che Lui tornasse a farmi visita. Il giocattolo che il Babbo di Natale mi avrebbe portato la notte del 24 Dicembre mi sarebbe servito per giocare con Lui fino a che la scuola non sarebbe iniziata Read More

View More Pay 4 Xmas – Buon Natale a… chi ce li ha!