Anna Frank - Berlino

Galeotta fu Milano e quel Photovogue Festival che andammo a vedere nel 2018. Nella casa che affittammo, sul Naviglio Grande, c’erano molti libri, alcuni lasciati dai viandanti che come noi avevano occupato quelle mura per chissà quale ragione. Uno di quelli trattava di Audrey Hepburn e del suo legame con la principessina ebrea, la stessa che avevo visto a Berlino nel capodanno del 2017, ritratta in un murale in un affascinante atrio vicino alla Torre della televisione.

Quel libro raccontava come, per fortune del caso, ad Audrey Hepburn fosse toccato un destino “divulgativo” diverso. “Sorella d’anima” la definì Audrey Hepburn quanto le fu chiesto, ad Hollywood, di interpretare Anna Frank. Pensai subito che tutto sommato i loro destini non erano stati poi così distanti: entrambe avevano, a loro modo, cambiato il Mondo, ed entrambe l’avevano migliorato. Lo hanno sicuramente reso un posto migliore!