LIGHT WORDS

Light Words By Domenico Solimeno

LIGHT WORDS > Blog

Blog

#Arte #Blog #Lights

Mater Melodiae: da Matera le radici del Mediterraneo

Peace Women Singing/Matera Mater Melodiae

“è un progetto di cooperazione e scambio internazionale per Matera Capitale della Cultura 2019 ideato e progettato dall’artista lucana Caterina Pontrandolfo, che ne cura la direzione artistica.”

Il resto lo potete leggere direttamente sul sito http://www.materamatermelodiae.it/ ideato e voluto dall’artista potentina Caterina Pontrandolfo che ha trascinato ed unito artiste e performer non solo italiane, le loro voci e le loro radici per generare una radice comune, accomunata prevalentemente dall’arte del canto antico. Il progetto, sempre in continua evoluzione come lo descrive la stessa ideatrice, è una calamita per i sensi, uno spettacolo itinerante coinvolgente che lascia nello spettatore pace e spunti per una resurrezione dell’animo umano più puro, aperto all’integrazione ed all’accoglienza.

“Matera diverrà Mater Melodiae, una grande-culla del canto di tradizione orale del Mediterraneo: un attraversamento canoro ed emotivo che permetterà di ri-accorgersi delle radici comuni, per una pace e un’ accoglienza possibili.”

Read More

#Favole per adulti

A spasso nel Sasso

Matera, Basilicata, capitale europea dell cultura 2019 (insieme alla bulgara Plovdiv, detta anche Filippopoli), un luogo unico ed incantato, affascinante e al tempo stesso austero, un set cinematografico naturale a cielo aperto, con i suoi splendidi Sassi, un po’ arabi, un po’ giordani, un po’ lunari e un po’ pugliesi! Matera è sempre stata l’abito indossato da culture non lucane, come le scene dell’ultimo 007 che sono state girate proprio la mattina della mia ripartenza, cioè questo Settembre, giusto per negarmi l’ultima visione dal belvedere di Piazza Duomo.

L’argomento è stato spesso ripreso nei discorsi con i miei amici lucani e poi trasportato alla mia Napoli ed a tantissime altre città del mondo che, da impraticabili e sconosciute, sono diventate col tempo ambite mete turistiche che, chissà, un giorno potranno essere identità anche della gente locale e non solo degli sporadici protagonisti della pellicola o dei viaggiatori abituali che amano, appunto, le Capitali.

A differenza di Plovdiv, che un aeroporto ce l’ha, anche stavolta la “via crucis” per arrivare fino a Matera non ha disilluso le mie attese ed il ricordo di Mel Gibson e della sua Passione si è reincarnato accanto a me, nella mia auto, lungo le buie … Read More

#Pills

I mostri di Bomarzo

A Bomarzo, in provincia di Viterbo, il principe Orsini volle, nel 1547, dedicare a sua moglie Giulia, concubina del Papa, un Parco in cui fossero rappresentate figure mitologiche, demoni, mostri ed architetture improbabili come la casa inclinata! Il risultato, a distanza di oltre cinque secoli è ancora sconvolgente!

Io credo che tutto sommato questo parco non rappresentasse per l’Orsini un mero cimelio di potenza come si era soliti ostentare ai tempi, piuttosto credo che il parco manifestasse un suo personale stato d’animo, la consapevolezza della mostruosità dell’Amore stesso. 

Read More

#Fede e Tradizione #Lights

Dastar, Chunni e Guru volanti

A volte le cose non accadono: ci sono e basta! Noi ci inciampiamo dentro mentre siamo sovrapensiero, ad esempio ripensando ai Mostri di Bomarzo che avevamo appena lasciato. E’ andata più o meno così quando l’autista del bus ci ha chiesto di scendere perchè la strada era chiusa a causa di una “manifestazione”.

Quella “manifestazione” erano i Festeggiamenti del Libro Sacro, il Guru Granth Sahib Ji, i Sikh festeggiano ogni anno. A Viterbo si erano riuniti i Sikh della “famiglia” Singh di molte comunità italiane per festeggiare insieme questo importantissimo evento. Un mare di colori e turbanti, spade e profumi, danze e suoni scorreva in un corteo ultrasorvegliato dalle forze dell’ordine. Strano: c’erano tanti bambini, molti seduti nel cassone di un camion che seguiva il corteo, moltissime donne, bellissime, adornate di collane e Chunni, uomini in abito tradizionale e turbanti di ogni colore, nulla insomma che potesse ricondurre ad alcun tipo di “disordine” pubblico.

All’inizio del corteo donne e uomini, con scope alla mano, si davano da fare per ripulire la strada che, a piedi nudi, avrebbero poi percorso tutti i Singh del corteo. Ai lati del corteo molti ragazzi, sempre Sikh, distribuivano a chiunque incontrassero, frutta secca, chiedevano educatamente … Read More

#Pills

I Templi di Paestum

È di fronte a spettacoli unici come questi, quando il Sole diventa una palla di fuoco e colora di rosso tutto ciò che incontra, quando la brezza marina ti accarezza la pelle e le tracce solide delle nostre radici sembrano danzare insieme alle ombre che velocemente si allungano come tentacoli che penso: ma se avessero chiuso i porti qualche millennio fa cosa saremmo oggi?

Read More

#Blog #Lights

Halloween Parade in Kawasaki

Una photogallery per raccontare quanto accade ogni anno nella notte (ma anche di giorno) di Ognissanti (Hallow Even) a Kawasaki, ad un quarto d’ora dalla capitale giapponese.

I festeggiamenti per Halloween sono molto sentiti in Giappone… un po’ come tutte le ricorrenze MEID IN IUESEI ma quella di Kawasaki è la Street Parade più tumultuosa (nei limiti di quello che può essere un tumulto nipponico non derivante da terremoto!) e variopinta del circondario di Tokyo. Anche dall’estero giungono numerosi per assistere alla “Jap Madness” che si scatena nella City di Doraemon, tra abiti eccezionali,  travestimenti al limite del real horror ed eventi in tutta la città.

Anche quest’anno, nonostante il diluvio, la Kawasaki Halloween Parade non ha deluso le aspettative degli amanti del genere e, sebbene io non sia uno di essi, non posso nascondere che la fantasia dei partecipanti e la magnificenza dei travestimenti hanno reso questo Halloween “mostruosamente bello”!

Enjoy&Share

 

Link all’evento —> http://lacittadella.co.jp.e.aan.hp.transer.com/halloween/

Immagini collegate:

Read More