Chiara Fumai: la grande retrospettiva al Centro Pecci

Da oggi, 8 maggio, il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, a Prato, torna ad accogliere il pubblico con tre nuove mostre: “Poems I Will Never Release 2007-2017“, la retrospettiva di Chiara Fumai, a cura di Milovan Farronato e Francesco Urbano Ragazzi in collaborazione con Cristiana Perrella (fino al 3 ottobre), “Marialba Russo. Cult Fiction“, mostra personale dell’artista, a cura di Cristiana Perrella (fino al 6 giugno) e “After us“, rassegna video a cura di Julian Rosenfeldt (fino al 6 giugno).

In particolare la retrospettiva dedicata a Chiara Fumai – ha spiegato il museo – «è parte di un ampio progetto che mette insieme diverse istituzioni europee con lo scopo di rivisitare il lavoro dell’artista, preservarne il lascito e trasmetterlo a un vasto pubblico. Presentata alla fine del 2020 al Centre d’Art Contemporain Genève, la mostra dopo la tappa al Centro Pecci, nei prossimi due anni sarà esposta a La Loge di Bruxelles e alla Casa Encendida di Madrid, approfondendo l’indagine su una personalità creativa che ha lavorato in modo marcato sui linguaggi della performance e dell’estetica femminista del XXI secolo. […]. Attraverso un corpus molto completo di opere – che traducono in forma materiale le performance dell’artista, pur rispettandone l’intento programmatico di non documentarle – la mostra approfondisce la personalità creativa di Chiara Fumai, che ha lavorato in modo marcato sui linguaggi performativi e sull’estetica femminista del XXI secolo», ha proseguito l’istituzione.










L’articolo Chiara Fumai: la grande retrospettiva al Centro Pecci proviene da exibart.com.