I numeri parlano da soli: la prima parte di Unwrapped, l’asta di Sotheby’s dedicata a Christo e Jeanne-Claude, ha totalizzato 8,048,310 euro (stima: 2,5-3,8 milioni di euro), il 100% delle opere vendute e il 75% dei lotti battuti al di sopra della stima alta. E non solo, perché uno studio per The Umbrellas – il progetto che prevedeva l’apertura simultanea di oltre 3000 ombrelli giganti tra Stati Uniti e Giappone – è passato di mano per 1,7 milioni di euro (premio incluso), superando di gran lunga ogni previsione. In altre parole? Abbiamo assistito a una straordinaria white glove sale, un’asta da guanti bianchi, nonché a un nuovo record d’artista per Christo, il cui precedente traguardo si fermava a $596,432.

Ve lo avevamo già annunciato a dicembre (qui), questo sarebbe stato un evento da non perdere. Unwrapped è l’incanto dei capolavori custoditi nella casa-studio di Jeanne-Claude e Christo a New York, è una vendita che rivela il microcosmo di una coppia fuori dal comune, di due artisti che si conobbero per un ritratto e finirono a impacchettare, insieme, il mondo intero. Ed ecco che il disegno di uno dei progetti più celebri – nel dettaglio, gli ombrelli gialli sulle colline di Tejon Pass, in California – viene ceduto per una cifra di 1,706,500 euro, polverizzando le stime iniziali (stima: 200,000-300,000 euro). Anche lo studio di ombrelli blu sul fiume Sato, a nord di Tokyo, raggiunge 1,222,500 (stima: 200,000-300,000 euro), mentre i disegni preparatori per il wrapping del Pont Nouf, datati 1985, passano di mano per 472,300 euro (stima: 200,000-300,000 euro). Sembra che il fatidico death effect, l’impennata sul mercato di un artista dopo la morte, non abbia fatto eccezione nemmeno stavolta.

Sotheby's Christo Unwrapped
Lot 19. Christo, The Umbrellas (Joint project for Japan and USA). Sotheby’s
Sotheby's Christo Unwrapped
Lot 20. Christo, The Umbrellas, Joint Project for Japan and USA. Sotheby’s
Sotheby's Christo Unwrapped
Lot 13. Christo, The Pont Neuf Wrapped, Project for Paris. Sotheby’s

Ma non è tutto: la prima parte dell’asta, da Sotheby’s Paris, ha offerto anche le punte di diamante della collezione della coppia, quei capolavori di amici e artisti stimati di cui Christo e Jeanne-Claude si circondarono al 48 di Howard Street. E così l’opera donata da Lucio Fontana a Jeanne-Claude nel 1963, prima che la giovane, allora ventottenne, lasciasse Milano, è stata aggiudicata per 920,000 euro (stima: 300,000-500,000 euro); l’amata Rietveld Chair ricevuta dal designer Martin Visser in cambio di uno dei Packages di Christo ha raddoppiato il suo valore, arrivando a 214,200 euro (stima: 80,000-120,000 euro); mentre il monocromo blu di Yves Klein, scambiato nel 1962 con un ritratto di Christo a Klein e a sua moglie, ha trovato un acquirente per 436,000 euro (stima: 100,000-150,000 euro).

Ancora qualche cifra di questa incredibile white glove sale. Jackie, dipinta da Andy Warhol nel 1964, è stata venduta per 920,000 euro (stima: 700,000-1,000,000), seguita da altri lavori come Liz (75,600 euro) e Flowers (47,880 euro); la scultura Figure di Joan Mirò ha trovato casa per 239,400 euro, su una stima compresa tra 70,000 e 100,000 euro; ed è record d’asta, infine, per William Copley, grande amico della coppia, che negli anni ’60 scambiò la sua Lady Windermere’s Fan – aggiudicata ieri per €252,000 (stima: 50,000-70,000 euro) – per un’opera dell’artista bulgaro. Unwrapped si conclude oggi con la seconda parte della vendita, per continuare a svelare, letteralmente, i tesori nascosti di Christo e Jeanne-Claude.

Sotheby's Christo Unwrapped
Lot 3. Yves Klein, Monochrome bleu sans titre (IKB 19), 1958. Sotheby’s
Sotheby's Christo Unwrapped
Lot 11. Lucio Fontana, Concetto Spaziale, Attesa, 1963. Dedica: “A Jeanne-Claude affettuosamente”. Sotheby’s
Inside Christo & Jeane-Claude’s Studio. Credit_ André Grossman © The Estate of Christo V. Javacheff.

L’articolo Christo da record: guanti bianchi all’asta di Sotheby’s proviene da exibart.com.