Anna CondaAnna CondaAle SensoAle SensoCapo BiancoCapo Bianco Alessandra CarloniAlessandra CarloniDoa Oa Doa OaJDLJDLJulia BenzJulia BenzMedianerasMedianerasNina ValkhoffNina ValkhoffNuriatollNuriatollRA.MENRA.MEN

«Artiste! Mettete la vostra combattività nella vostra arte». È l’invito di Dominique Stella alle artiste che partecipano a Super Walls, la Biennale di Street Art che coinvolge decine di artisti di fama internazionale, italiani e stranieri, per impreziosire attraverso le loro opere grandi muri in otto comuni tra Padova e provincia.

La kermesse, curata dalla critica d’arte Dominique Stella e dal gallerista Carlo Silvestrin, vede partecipare 39 street artist, di cui 13 donne coinvolte nello spin-off WonderWalls, provenienti da cinque paesi europei e impegnati ad elaborare il tema della rinascita su 35 superfici messe a disposizione da realtà private e istituzionali, aziende, strutture ricreative, supermercati, istituti religiosi, fino agli ospedali cittadini e all’Università degli Studi di Padova, che mette a disposizione due grandi muri tra le numerose iniziative per la celebrazione dei suoi 800 anni.

Quella 2021 è un’edizione impreziosita dalla presenza di 13 artiste, «aspetto che rende Super Walls un evento unico nel panorama mondiale della street art e che dà forma ad un messaggio forte e tangibile di apertura alla parità di genere in una branca dell’arte che nell’immaginario collettivo è appannaggio del sesso maschile, convinzione che vogliamo contribuire a sgretolare a colpi di creatività libera» spiega il curatore Silvestrin.

Nella gallery in alto volti e opere delle street artist.

LEGGI ANCHE

Parità di genere, Bonetti: «Una strategia nazionale entro fine mese»

LEGGI ANCHE

Parità salariale, la Corte Ue dà ragione alle lavoratrici: può essere sempre invocato

LEGGI ANCHE

La bellezza a sostegno dell’empowerment femminile