Molichrom: Festival della fotografia nomade

Se vuoi pubblicizzare GRATUITAMENTE un evento di Fotografia, Arte, Cinema, Cultura, Moda, Letteratura, Poesia usa il modulo di Contatto. L’evento sarà visionato ed inserito in Calendario a discrezione della redazione in virtù della sua attinenza ai contenuti del sito nonché della sua veridicità.

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Molichrom: Festival della fotografia nomade

24/06/2021 * 08:00 01/09/2021 * 17:00 UTC+1

Molichrom: Festival della Fotografia Nomade nasce da un’idea costruita insieme all’associazione Tèkne un gruppo di appassionati di cultura, arte e promozione di eventi che negli anni si sono impegnati attivamente per il loro territorio con passione ed entusiasmo – con l’intento di veicolare con questo progetto in Molise la fotografia contemporanea e diffondere cultura visiva e nuove forme di comunicazione.

Già da qualche anno, le istituzioni molisane hanno individuato nella Fotografia una possibilità di dialogo con il territorio e la sua storia (un esempio su tutti la grande mostra Icons di Steve McCurry e i suoi ingressi da record) e noi vorremmo continuare in questa visione che vede nella Cultura una strategia finalizzata a veicolare e rafforzare l’immagine del Molise fuori dai confini regionali e  nazionali.

Molichrom: è un progetto coraggioso ideato e realizzato in un momento molto particolare della nostra storia in cui la ripresa dal vivo delle attività culturali diventa un segnale forte di rinascita e ripartenza del territorio e della nazione.

Terra di “tratturi” e “transumanza”, il Molise ha da sempre un forte legame  con il suo territorio e la sua storia. Anche per questo motivo Il tema scelto per questa prima edizione è quello del Nomadismo, come spunto concettuale per raccontare attraverso la fotografia quella che è una delle identità più importanti del genere umano.

Farlo in un territorio che negli anni si è contraddistinto per essere un punto di fuga ma anche un punto di approdo e di arrivo mi è sembrata un’occasione irripetibile.

Come scriveva Bruce Chatwin in “Anatomia dell’irrequietezza”: “In uno dei suoi momenti cupi, Pascal dice che tutta l’infelicità dell’uomo proviene da una causa sola, non sapersene star quieto in una stanza. « Notre nature » egli scrive « est dans le mouvement … La seule chose qui nous console de nos misères est le divertissement ».

Diversivo. Distrazione. Fantasia. Cambiamento di moda, di cibo, amore e paesaggio. ne abbiamo bisogno come dell’aria che respiriamo. Senza cambiamento, corpo e cervello marciscono. L’uomo che se ne sta quieto in una stanza chiusa rischia di impazzire, di essere tormentato da allucinazioni e introspezione.”

Ho voluto portare l’attenzione su degli artisti che attraverso esperienze molto diverse e punti di vista anche molto distanti, offrono un’opportunità unica di fare esperienza di quello che possiamo chiamare lo sguardo nomade. Perché la fotografia è un viaggio che ci offre l’opportunità di vedere ciò che altri hanno visto prima di noi.

Se vuoi pubblicizzare GRATUITAMENTE un evento di Fotografia, Arte, Cinema, Cultura, Moda, Letteratura, Poesia usa il modulo di Contatto. L’evento sarà visionato ed inserito in Calendario a discrezione della redazione in virtù della sua attinenza ai contenuti del sito nonché della sua veridicità.

 

RITORNA ALLA HOME