Pablo Picasso, in tour pre-vendita l’opera “Femme assise près d’une fenêtre”

Una delle serie straordinarie di ritratti iconici che Picasso ha dipinto della sua musa dai capelli d’oro durante questo anno storico, questa opera monumentale è tra le raffigurazioni più maestose e impressionanti di Marie-Thérèse che l’artista ha dipinto.

Vanessa Fusco, Co-Head of the 20th Century Evening Sale, ha osservato: “Dalla serie che ha introdotto Marie-Thérèse agli occhi del pubblico, Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse) è stata dipinta durante un anno fondamentale in cui Picasso ha creato un nuovo linguaggio pittorico per rappresentare la sua musa e amante. Questo straordinario e monumentale ritratto è stato visto per l’ultima volta pubblicamente nella superba mostra dedicata all ‘”anno delle meraviglie” dell’artista, Picasso 1932, al Musée Picasso, Parigi e alla Tate Modern, Londra nel 2017-2018. Essendo uno degli artisti più innovativi e influenti del 20 ° secolo,questo dipinto eccezionale guiderà l’inaugurale vendita serale d’arte del 20 ° secolo appena formattata da Christie’s “.

Pablo Picasso
Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse)
 

Dipinto a Boisgeloup il 30 ottobre 1932, Femme assise près d’une fenêtre (Marie-Thérèse) corona questa grande serie di capolavori del 1932. A questo punto, Marie-Thérèse era salita all’ascesa in ogni area della produzione del suo amante. Nel presente lavoro, ha rivendicato il comando assoluto, una musa idolatrata che ora regna come una divinità sull’artista e sulla sua creazione.

Qui, Picasso ha presentato Marie-Thérèse come una dea alata, una Nike moderna, la sua testa lunare, luminosa e scultorea come se fosse scolpita nel marmo, e tuttavia il suo corpo sensuale e morbido, che orbita attorno al suo torso rosso fuoco. Non più il nudo languidamente disteso perso in una fantasticheria privata, nel presente ritratto è vestita, vigile e retta, il suo sguardo onnisciente dimostra che è al completo controllo dei suoi sudditi, l’artista, il suo amante, chiaramente prigioniera della sua schiavitù.

L’anno 1932 fu testimone della straordinaria effusione di rappresentazioni rapsodiche di Marie-Thérèse su larga scala, piene di colori. Dopo aver divinizzato le sue forme statuarie e il suo profilo classico nella grande serie di busti in gesso dell’anno precedente, Picasso lasciò che l’influenza della sua giovane amante e la beatitudine in cui si trovava riempissero la sua pittura. Nella foto sia seduto che sdraiato, questa serie ha visto Picasso eseguire un’alchimia artistica con questi due motivi venerati. Con questa grande successione di dipinti – che include opere come Le Rêve, Nude, Green Leaves e Bust, Le Lecture (Musée Picasso, Parigi) e Jeune fille devant le miroir (The Museum of Modern Art, New York) – Picasso ha raggiunto l’apice dei suoi poteri artistici. “Non c’è dubbio”, dichiarò William Rubin, “che il 1932 segna il culmine dell’intensità e dei risultati febbrili, un anno di capolavori estatici che raggiungono un vertice nuovo e sconosciuto sia nella sua pittura che nella scultura.”

Mostre in prevendita:

Anteprima a Hong Kong: 12-14 aprile

Anteprima a Londra: 20-22 aprile

Anteprima a New York: 30 aprile – 11 maggio

L’articolo Pablo Picasso, in tour pre-vendita l’opera “Femme assise près d’une fenêtre” proviene da FIRSTonline.