Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus
Wuhan, prima e dopo il Coronavirus

Wuhan è tornata alla normalità. Un anno dopo lo scoppio della pandemia le strade della città che per prima abbiamo visto svuotarsi sono tornate a vivere. Le serrande dei negozi sono alzate, le persone camminano in strada, le macchine sono tornate a circolare. Senza casi registrati di trasmissioni comunitarie da maggio, la vita dei residenti sta gradualmente tornando alla normalità dopo il durissimo lockdown a cui la città è stata sottoposta tra il 23 gennaio e l’8 aprile scorso.

Le immagini raccolte da Getty Images raccontano questo graduale ritorno alla quotidianità dopo il coronavirus mettendo a confronto i luoghi della città simbolo della pandemia, prima e dopo. C’è un uomo che indossa una maschera facciale e parla con un altro uomo attraverso un muro di barricate improvvisato e costruito per controllare l’entrata e l’uscita di un complesso residenziale l’8 marzo 2020 a Wuhan. Oggi, in quello stesso luogo l’immagine scattata mostra le persone che attraversano un passaggio pedonale mentre i residenti guidano le loro biciclette in strada il 7 dicembre 2020 a Wuhan.

Ci sono gli addetti alle pulizie che lavano la strada con una pistola ad acqua ad alta pressione il 3 febbraio 2020 a Wuhan, dove oggi ci sono i residenti che camminano tra i negozi. Ci sono le strade prima vuote e oggi ripopolate dalle macchine in fila il sabato pomeriggio.

Il bilancio ufficiale dei morti a Wuhan è di 3.869, oggi non esiste quasi nessuno che non sia stato sottoposto a un tampone (sono 321 i centri dedicati a questo), come ha raccontato Peter Hessler, giornalista americano esperto di Cina, in un lungo articolo pubblicato sul New Yorker.

LEGGI ANCHE

La vita nella pandemia raccontata da fotografi di tutto il mondo

LEGGI ANCHE

Wuhan: i bambini tornano a scuola. Le foto

LEGGI ANCHE

Coronavirus: è nato a Wuhan il figlio del medico che diede l’allarme